< Back to insights hub

Press

WFW con Intesa Sanpaolo e SACE nel finanziamento di 220 milioni di dollari per la fornitura di contatori smart di misurazione del gas targati Pietro Fiorentini in Uzbekistan22 February 2022

Share this Page
Share this Page
Watson Farley & Williams (“WFW”) ha assistito Intesa Sanpaolo e SACE, la società assicurativo-finanziaria italiana specializzata nel sostegno alle imprese a supporto della competitività in Italia e nel mondo, nel finanziamento di 220 milioni di dollari concesso alla società uzbeka statale di distribuzione del gas Hudugazta’minot per l’introduzione di un sistema automatizzato di controllo e misurazione del gas naturale, supportato dalla società industriale leader del Nord-Est italiano Pietro Fiorentini.

I software, macchinari e componenti “intelligenti” targati Pietro Fiorentini verranno forniti in Uzbekistan alla società appaltatrice Texnopark, che produrrà i contatori smart per la misurazione del gas naturale destinati alla società uzbeka statale Hudugazta’minot, il cui compito è monitorare i consumi effettivi degli utenti per conto del Governo.

Texnopark ha firmato con Pietro Fiorentini un accordo per la fornitura di 4 milioni di Metering Kits – componenti per contatori intelligenti di consumo del gas compresi di licenza, macchinari per l’assemblaggio e trasferimento di know-how – per un valore complessivo di 264 milioni di dollari.

Intesa Sanpaolo e SACE hanno strutturato il finanziamento in favore di Hudugazta’minot che, mediante gara pubblica, ha affidato la fornitura dei contatori alla stessa Texnopark. Il finanziamento è frutto della partnership congiunta tra SACE, il Gruppo Intesa Sanpaolo e Pietro Fiorentini – in ottica di sviluppo dell’export di tecnologia italiana, in particolare in paesi ad alto tasso di crescita – ed è garantito da parte del Ministero delle Finanze dell’Uzbekistan.

WFW ha assistito Intesa Sanpaolo e SACE con un team internazionale guidato dai Partner Alexia Russell e Mario D’Ovidio, con il supporto degli Associate Amelia Garavaglia, Daniele Sani e dei Trainee Alice Halpin e Marta Lomuscio.

A Londra, il partner Richard Stephens ha gestito gli aspetti fiscali cross-border della transazione, mentre il partner Andrew Hutcheon si è occupato delle clausole di arbitrato internazionale e di waiver of immunity. Elaine Ashplant dell’ufficio di Londra ha assistito il team per gli aspetti relativi alla transizione dal LIBOR.

Centil ha agito come consulente legale uzbeko di Intesa Sanpaolo e SACE con un team guidato dalla Partner Sofia Shaykhrazieva e dalla Senior Associate Kamilla Khamraeva.

Share this Page

Keep in touch